Ecologia, Etologia e discussioni generali.
#5744
Fonte: Focus Marzo 2017
Eppure, dice oggi la scienza, il loro apparato vocale è molto simile al nostro...
Per la mancanza dei necessari circuiti a livello cerebrale: secondo uno studio pubblicato su Science Advances, le scimmie possiedono un apparato anatomico vocale che potrebbe permettere loro di produrre vocalizzi comprensibili; il punto è che non sono in grado di ''controllarlo'', come invece facciamo noi.
La differenza sostanziale nella capacità o meno di emettere parole risiederebbe infatti nel cervello umano che, nel corso dell'evoluzione, ha sviluppato i circuiti necessari alla vocalizzazione di termini intelligibili. Per scoprirlo, gli scienziati hanno effettuato una seriedi radiografie ad alcuni macachi, individuando e tracciando i movimenti delle diverse parti anatomiche vocali. L'analisi dei dati ha permesso di capire che tra esseri umani e scimmie non esistono differenze anatomiche significative. <<La straordinaria abilità vocale dell'uomo risiede nel suo sistema cognitivo>>, ha quindi concluso Aif Ghazanfar del Priciton Neoroscienze Institute, coautore dello studio.
#5749
Come sempre capita la sensalizzazione della scienza, nonché il tentativo di sostituirla alla religione ( : Wink : ) fanno prendere fischi per fiaschi... il problema è molto più semplice e sta tutto nei muscoli di laringe e corde vocali.
Detto molto brutalmente in nessun primate questi muscoli sono sviluppati come nell'uomo, ed è anche il motivo per cui capire esattamente quando l'uomo ha inizato a parlare è tanto difficile e nella migliore delle ipotesi un interessante esercizio intellettuale.
Per quanto riguarda il cosidetto sviluppo neurale voglio sperare che gli autori dello "studio" in questione abbiano perlomeno dato un'occhiata agli studi dell'Istituto Max Planck per la Psicolinguistica, che hanno evidenziato come lo sviluppo delle strutture del cervello legate al linguaggio "parlato" è precedente alla separazione tra i genus Homo e Pan. Il genus Gorilla è ancora incerto.

Tutto qua.
#5750
Grazie Mauro. Per quanto riguarda il cosidetto sviluppo neurale voglio sperare che gli autori dello "studio" in questione abbiano perlomeno dato un'occhiata agli studi dell'Istituto Max Planck per la Psicolinguistica, che hanno evidenziato come lo sviluppo delle strutture del cervello legate al linguaggio "parlato" è precedente alla separazione tra i genus Homo e Pan. Il genus Gorilla è ancora incerto.
Quindi l'Homo sapiens aveva le strutture del cervello legate al linguaggio parlato quando ancora era legato al genus Pan. Quindi anche gli scimpanzè, che fanno parte del Genus Pan, hanno questa struttura . Gli autori dello studio hanno detto la stessa cosa che le scimmie hanno lo stesso apparato, ma non lo possono controllarlo. Non ho, quindi, capito bene quale è la differenza tra le ricerche dell'Istituto Max Planke e Aif Ghazanfar del Priciton Neoroscienze Institute, coautore dello studio.
Il Genus Gorlla non ha sviluppato la struttura del cervello legato al linguaggio parlato?
Mauro mi potrebbe spiegare bene la differenza tra i due studi? Grazie.