Mammiferi terrestri e acquatici.
#5062
Da sempre i pescatori giapponesi conoscono uno zifide molto simile al Berardius bairdii ma di dimensioni più piccole che frequenta le stesse acque anche se ha abitudine diverse e, pare, esibisca comportamenti consistenti con una migrazione stagionale. Il nome dato a questi animali da balenieri e pescatori è semplicemente karasu, ovvero corvo, per via del colore decisamente più scuro di quello del B. bairdii.

Vista la relativa rarità è una specie di scarso o nessun interesse per i balenieri, anche se tramite un esame della letteratura sovietica ha indicato che alcuni animali vennero ripresi dalla flotta baleniera sovietica negli anni '60 ed identificati come appartenenti ad una potenziale nuova specie anche se non seguì alcuno studio o pubblicazione in merito, forse anche perché le acque intorno alla Penisola di Kamchatka vennero chiuse alla pesca commerciale proprio in quel periodo per via della costruzione di alcune basi militari di enorme importanza per il Cremlino.

Per decenni i biologi marini giapponesi hanno ritenuto il karasu fosse la classica storia di pescatori, ovvero sia una leggenda, una favola, ma dal 2010 i karasu sono stati più volte fotografati da biologi marini e nel 2012 si è avuto un prelievo di tessuto che ha dato come risultato la non appartenenza alla clade B. bairdii/B. arnuxii.

Molto probabilmente si tratta di questo animale.
#5064
Allora esiste davvero. D'altra parte, se ci pensiamo bene, non sono forse gli zifidi fra i cetacei più rari e sconosciuti, con alcune specie che si conoscono solo per qualche esemplare spiaggiato o visto nei mari dell'emisfero australe?