Mammiferi terrestri e acquatici.
Avatar utente
da Lorenzo Rossi
#4478
Ripropongo per il sito un mio articolo apparso sulla rivista The Endeavour riguardante l'interessante revisione di Simon Black sulla più probabile data di estinzione del mitico leone berbero: clicca qui : Thumbup :
Avatar utente
da Mauro
#4479
Trovo molto interessante che l'ultimo avvistamento (non confermato) di questo animale sia avvenuto nei pressi di Setif.
La città ed i suoi dintorni nel 1945 furono teatro di uno spaventoso massacro che preannunciò la seguente Guerra d'Algeria (1954-1962). La zona circostante è nota come Petite Kabylie e, per la sua conformazione e grande miseria, è sempre stata terra di briganti. Nel corso del conflitto stesso fu uno dei principali teatri di guerra: per i membri del FLN era facile attaccare un convoglio francese e poi scomparire tra gole, foreste, caverne ed i numerosi villaggi, attentamente cammuffati dagli abitanti e spesso visibili solo dall'alto.
Le truppe francesi, nonostante il loro numero ed il dispego di mezzi, non riuscirono mai a controllare neppure una frazione dell'area, preferendo spesso limitarsi ad offensive.

Come sempre le zone impervie e di difficle accesso possono riservare sorprese...
Avatar utente
da erreesse
#4610
Sarebbe bello che questo splendido animale non fosse estinto : Love : ! Anche se ho imparato (da questo sito : Thumbup : ) che liberare, anche in ambiente adatto, una specie praticamente estinta in natura è operazione complessa e dall'esito non del tutto certo nel lungo periodo.
#4615
Cranyc, leggi l'articolo. Il leone berbero è estinto sia in natura che in cattività. : Thumbup :
Avatar utente
da Colmar
#5251
Salve a tutti,

volevo segnalare la descrizione del leone berbero (e del leopardo berbero) nel diario di caccia "Viaggio di un cacciatore nelle diverse parti del mondo, ovvero Prospetto generale delle caccie e delle pesche di tutti i paesi - Africa" (G. Antonelli), stampato nel 1841 ma relativo al soggiorno dell'autore in Africa in un non precisato anno della decade 1830-39.

Forse non è di spiccato interesse criptozoologico, perché non si tratta ovviamente di un avvistamento recente, ma rimane una testimonianza. Infatti, mentre leggevo il libro per mera curiosità, ho trovato passaggi interessanti relativi al periodo trascorso in Nord Africa, tra Libia e Tunisia ("Prima, seconda e terza gita"). Nel caso non conosceste il testo, e sperando che possa interessare anche voi, vi segnalo in particolare:

- pag 56 e seguenti: avvistamento di leone berbero
- pag 69 e seguenti: caccia e uccisione di leone berbero
- pag 73 e seguenti: caccia e uccisione di leopardo berbero

In un altro paragrafo l'autore cita la storia del serpente gigante di Regolo. L'autore parla anche un paio di volte di tigri (in Africa??), anche se in effetti non ne incontra (ovviamente). Il testo è arduo da leggere per la prosa un po' arcaica, ma è una lettura gradevole, accompagnata anche da bellissime illustrazioni (tra cui la N.10 - Caccia al leone e la N.7 - Caccia storica del serpente di Bagrada). Ovviamente, il punto di vista è quello di un cacciatore : Wink :

Un saluto a tutti