Rettili e Anfibi.
da David
#2313
Scoperta una nuova specie di rana nello stadio dei New York Yankee. La popolazione del Bronx era stata ritenuta finora al massimo una sottospecie della comune rana leopardina (Rana pipiens), molto comune nei Stati Uniti. Test genetici hanno mostrato tali differenze che secondo i ricercatori lo stato di propria specie é appropriato.

Immagine

Inoltre é possibile che esistano ancora molte specie criptide (cioé non classificate o classificate in modo erroneo) in natura

http://rspb.royalsocietypublishing.org/ ... .2011.1653

Allora occhi aperti la prossima volta che vedete una rana !! (che non si dovrebbe mai toccare a mani asciutte, dato che puó daneggiare lo strato di muco che serve a proteggere la pelle del anfibio)
#3094
La notizia è stupefacente, come sempre quando si parla di specie nuove scoperte al giorno d'oggi e soprattutto quando vivono a stretto contatto con l'Uomo, ma ricalca abbastanza la storia del Granchio di fiume (Potamon fluviatile) a Roma. Infatti, per chi non lo sapesse, una popolazione di questa specie (stimata in migliaia di esemplari), vive completamente isolata all'interno del Foro di Traiano, nei cunicoli e grotte nel sottosuolo dell'area archeologica posta in pieno centro di Roma!!! La cosa incredibile è che, da analisi preliminari, la popolazione sembrerebbe antichissima e addirittura distinta geneticamente da tutte le altre che vivono lungo i torrenti appenninici della penisola...

Non dico che anche il Granchio Imperatore (com'è stato chiamato) verrà prima o poi considerato specie a se stante, ma questa differenziazione evolutiva riscontrata in una popolazione inurbata è assai interessante!

Comunque, per la precisione, una "specie criptica" non è una specie non classificata o classificata in modo erroneo, bensì una popolazione identica ad un altra dal punto di vista morfologico ma molto ben differenziata geneticamente e quindi descritta come specie a parte solo negli ultimi anni (dallo sviluppo delle tecniche di lettura molecolare a scopi tassonomici). Il termine "criptico" in questo caso non ha niente a che fare con la criptozoologia e soprattutto col termine "cryptid", che è appunto l'oggetto (inteso come animale, pianta, ecc.) della criptozoologia. Criptico qui significa semplicemente "nascosto" e si riferisce al fatto che alcune specie non sono riconoscibili dal punto di vista morfologico (dall'aspetto, insomma) dalle specie imparentate: un pò come succede per molti animali italiani, come le farfalle Pyrgus malvae/malvoides, le salamandre Salamandrina terdigitata/perspicillata e molte altre ancora!

Vedi qui, sotto "sibling species": http://www.luciopesce.net/zoologia/specie.html

Ciao, Igor Festari
Naturalista del Museo di Storia Naturale Faraggiana Ferrandi, Novara