Teoria, progetti, segnalazioni, avvisi e pensieri a ruota libera.
#5920
Buonasera a tutti.
Da studioso di mitologia ed appassionato di scienze naturali, i criptidi che mi affascinano di più sono quelli che potrebbero aver ispirato miti e leggende.
Ce ne sono in particolare almeno tre sui quali mi piacerebbe leggere un articolo qui sul sito, oppure guardare un video di Fantastici Animali e Dove Guardarli. Si tratta del tatzelwurm, del karkadan(n) ( Chiamato anche kartazon ), e del cadborosauro. Su quest'ultimo ho letto con piacere l'articolo in Approfondimenti, la cui conclusione mi ha però lasciato interdetto, e quindi mi piacerebbe che l'argomento venisse ripreso. Da quanto ho capito l'identificazione dell'esemplare di Hagelund con un pesce ago appare piuttosto forzata; d'altra parte l'esistenza di un animale anguiforme completamente ignoto alla scienza è considerata poco probabile. A questo punto resto frustrato nel tentativo di trovare una terza via che spieghi tanto l'esemplare di Hagelund che quello fotografato negli anni '30, e perciò ripongo ogni speranza in voi esperti.
Veniamo ora al tatzelwurm: personalmente propendo per l'ipotesi secondo cui si tratterebbe di una salamandra gigante, possibile discendente dell'Andrias scheuchzeri che viveva in Europa durante il Miocene.
Penso questo in base alle raffigurazioni in cui l'animale ha un profilo tozzo, zampe corte e una testa grossa, ma anche perché il nome tatzelwurm, " serpe con le zampe ", fa pensare ad un animale con zampe non troppo sviluppate, per cui non si solleva dal suolo, e che si muove con una pronunciata reptazione; questo è proprio il modo in cui le salamandre giganti si muovono le rare volte che escono dall'acqua. L'identificazione con la salamandra spiegherebbe anche la rarità dell'animale, in quanto questi anfibi in Asia sono difficili da osservare e le loro apparizioni sporadiche hanno alimentato diverse leggende ( Es. Il serpente con la testa di carpa che i Cinesi credono essere uno degli stadi di crescita del long, il drago ). Questa specie europea potrebbe essersi adattata a vivere in acque sotterranee e perciò apparirebbe in superficie solo occasionalmente. Questo spiegerebbe la sua mancata conoscenza ufficiale in un territorio abbastanza popolato come le Alpi. Sarebbe dunque un caso analogo a quello del proteo, anfibio sotterraneo che fu scoperto per un fortuito avvistamento in superficie.
Infine il karkadann: sulla base delle descrizioni dei geografi arabi, penso possa trattarsi dell'elasmotherium, sopravvissuto all'era glaciale o semplicemente noto attraverso il ritrovamento occasionale di carcasse mummificate. L'aspetto bizzarro di questo rinoceronte potrebbe spiegare anche la raffigurazione enigmatica dei tre " unicorni " nel Calderone di Gundestrup, che hanno testa grossa, zampe lunghe ed un corno da rinoceronte situato però in mezzo alla fronte.
Mi fareste veramente felice se almeno uno di questi argomenti divenisse oggetto di trattazione approfondita.
Grazie per l'attenzione.
#5925
Grazie Mondoperduto per avere rivitalizzato il forum, che ultimamente ospita pochi interventi, forse per la "concorrenza" degli approfondimenti di Lorenzo Rossi visibili su youtube. Io stesso non do un grande contributo, soprattutto per la mia sostanziale ignoranza su argomenti di biologia, che pure m'interessano molto più o meno per le tue medesime ragioni. RS