Messaggi inerenti agli animali acquatici.
#3893
Salve, mentre il Natale si avvicina quest'oggi intendo chiedere delucidazioni alla comunità su un criptide marino poco noto, ma che ha l'onore di essere stato avvistato da un testimone credibile, ovvero dal naturalista tedesco Georg Steller (lo stesso scopritore dell'estinta ritina di Steller) durante il viaggio di Vitus Bering in Alaska: la cosiddetta "scimmia marina" di Steller (per maggiori informazioni ecco il link, per quello che puà valere, alla sua pagina di Wikipedia http://en.wikipedia.org/wiki/Steller%27s_sea_ape).
Il 10 agosto 1741 mentre era in barca Steller avvistò una misteriosa creatura che non riuscì ad identificare e che descrisse così (il passo è riportato dal libro "Mostri del mare", Richard Ellis, p. 121, da cui sono tratte anche le integrazioni fra parentesi quadre): "Il 10 agosto [1741] scorgemmo un animale marino del tutto insolito e sconosciuto, del quale darò una breve descrizione perché ho avuto modo di osservarlo per ben due ore. Era lungo circa due cubiti inglesi [sei piedi, circa due metri]; la sua testa era simile a quella di un cane con orecchie appuntite e ritte. D'ambo i lati delle labbra superiori e inferiori, pendevano baffi che lo facevao somigliare poco meno che a un cinese. Gli occhi erano grandi; il corpo piuttosto lungo, tondo e grosso, andava assottigliandosi gradualmente verso la coda. La pelle sembrava fittamente coperta di pelo, di colore grigio sul dorso ma bianco rossastro sul ventre; nell'acqua, tuttavia, l'animale appriva rossastro come una mucca. La coda era suddivisa in due pinne, la superiore delle quali, come nel caso degli squali, due volte più grandi dell'inferiore".
Il racconto prosegue con Steller che crede di riconoscere nella misteriosa creatura la "Simia marina danica" di Gesner e che tenta di sparare (mancandolo) all'animale, che nel frattempo aveva continuato a giocare con le alghe.
Che cosa potrebbe essere? Una lontra di mare o un pinnipede male identificato? Una nuova specie, magari estintasi nel frattempo per la caccia eccessiva come la ritina? Ad oggi, nessuno è ancora riuscito a svelare il mistero.
Da parte mia, se la descrizione così accurata da parte di uno scienziato esperto farebbe propendere per un animale sconosciuto, dall'altro trovo quantomeno sospetto che quello di Steller risultì essere pressoché l'unico avvistamente della scimmia marina.
Cosa ne pensate?
#3895
Ho dedicato alla "scimmia marina" di Steller un paragrafo del mio libro e in effetti l'avvistamento rimane piuttosto bizzarro, se non enigmatico.
Leonard Stejneger, il "biografo ufficiale di Steller" era propenso a ritenere che l'animale osservato dal naturalista fosse un callorino dell'Alaska.
Il problema è che Steller, anche se al momento dell'avvistamento non conosceva ancora queste otarie, poté osservarle e descriverle minuziosamente in seguito, senza però mai accostarle alla "scimmia marina".
Avatar utente
da Mauro
#3897
Prendetela col beneficio del dubbio, ma c'è chi ha ipotizzato che la "Scimmia marina" altro non fosse che una caricatura del capitano della spedizione, Vitus Bering, con cui Steller era perennemente ai ferri corti.
Ci sono alcuni inidizi in merito: il nome Simia marina danica (Scimmia marina danese... Bering era l'unico membro danese della spedizione), il riferimento ai lunghi baffi (il ritratto più comunemente attribuito a Vitus Bering e che lo rappresenta ben rasato è in realtà quello di un parente, forse lo zio paterno, un dignitario della corte svedese; pare invece che Bering avesse dei lunghi baffi) e il riferimento al ventre bianco e rosso è forse dovuto al fatto che Bering, come altri membri della spedizione, soffriva dei primi sintomi dello scorbuto.
Bisogna ricordare che Steller aveva proposto di prevenire e curare lo scorbuto mangiando varie bacche ed erbe medicinali che aveva raccolto durante le soste a terra ma venne deriso da Bering stesso. Inoltre Steller era in completo disaccordo col trattamento che la spedizione aveva riservato ai vari nativi incontrati nella zona.

Steller morì prima di poter riordinare come voleva l'enorme mole di materiale che aveva raccolto ed è possibile che, se ne avesse avuto il tempo, avrebbe eliminato questa "caricatura" dalla sua opera.
#3898
Mauro ha scritto:Prendetela col beneficio del dubbio, ma c'è chi ha ipotizzato che la "Scimmia marina" altro non fosse che una caricatura del capitano della spedizione, Vitus Bering, con cui Steller era perennemente ai ferri corti.
Ci sono alcuni inidizi in merito: il nome Simia marina danica (Scimmia marina danese... Bering era l'unico membro danese della spedizione), il riferimento ai lunghi baffi (il ritratto più comunemente attribuito a Vitus Bering e che lo rappresenta ben rasato è in realtà quello di un parente, forse lo zio paterno, un dignitario della corte svedese; pare invece che Bering avesse dei lunghi baffi) e il riferimento al ventre bianco e rosso è forse dovuto al fatto che Bering, come altri membri della spedizione, soffriva dei primi sintomi dello scorbuto.
Bisogna ricordare che Steller aveva proposto di prevenire e curare lo scorbuto mangiando varie bacche ed erbe medicinali che aveva raccolto durante le soste a terra ma venne deriso da Bering stesso. Inoltre Steller era in completo disaccordo col trattamento che la spedizione aveva riservato ai vari nativi incontrati nella zona.

Steller morì prima di poter riordinare come voleva l'enorme mole di materiale che aveva raccolto ed è possibile che, se ne avesse avuto il tempo, avrebbe eliminato questa "caricatura" dalla sua opera.
Lo sai che qualcosa di veriterio potrebbe esserci? In effetti, non è la prima volta che sento di questi disaccordi fra Bering e Steller (pare che uno dei motivi alla base delle liti più feroci fosse la persistente tendenza del primo a buttare a mare i campioni scientifici raccolti dal secondo per farsi spazio in cabina).
#5345
Mauro ha scritto:
23/12/2013, 15:55
Prendetela col beneficio del dubbio, ma c'è chi ha ipotizzato che la "Scimmia marina" altro non fosse che una caricatura del capitano della spedizione, Vitus Bering
Mauro non riesco a risalire all'ideatore di questa ipotesi, puoi aiutarmi?
Avatar utente
da Mauro
#5347
Lorenzo Rossi ha scritto:
22/09/2017, 16:46
Mauro ha scritto:
23/12/2013, 15:55
Prendetela col beneficio del dubbio, ma c'è chi ha ipotizzato che la "Scimmia marina" altro non fosse che una caricatura del capitano della spedizione, Vitus Bering
Mauro non riesco a risalire all'ideatore di questa ipotesi, puoi aiutarmi?
L'idea originale viene da Andrew Thaler. Ecco il link del breve articolo: http://www.southernfriedscience.com/unr ... s-sea-ape/