Messaggi inerenti agli animali acquatici.
da valerio
#5453
Salve , volevo chiedervi cosa ne pensate del criptide del folklore irlandese noto come Dobar- chù : lontra ( magari rabida) , fake o qualcosa d'altro? Degno di nota , a mio avviso , e' il fatto che vi sia una lapide dedicata ad una donna , tal Grace Connolly ,uccisa nel diciassettesimo secolo da una di queste creature ( e subito dopo vendicata dal di lei marito che ne avrebbe uccise addirittura due , compresa quella responsabile dell'attacco mortale) ,

Nel 2003 , secondo Wikipedia , il noto artista irlandese Sean Corchoran ne avrebbe avvistata una insieme a sua moglie ( si vede che è un criptide amante delle coppie : Wink : ) in un lago di Omey Island , Connemara : l'animale emetteva un terribile stridio , nuotava velocemente e aveva un paio di pinne arancioni , simili a piedi ( ma qui potrei aver tradotto male io ).
Avatar utente
da Mauro
#5454
Parte del ricco folklore irlandese.

Va ricordato che ancora nel 1907-1909 Walter Y. Evans-Wentz, più noto al grande pubblico come il primo traduttore in una lingua occidentale del cosidetto Libro Tibetano dei Morti, trovò nelle sue ricerche sul campo per il suo seminale The Fairy-Faith in Celtic Countries numerose persone in Irlanda che non solo si dicevano assolutamente convinte dell'esistenza di fate, pùca, banshee ed altre creature leggendarie ma che riferivano in assoluta buona fede di averne incontrate ed aver interagito con loro.
Io ho le mie idee in merito, a voi formarvi le vostre. : Wink :

A questo va aggiunto che, almeno in base a quanto riferitomi da nativi irlandesi, i termini madra-uisce, dobhràn e dobharchù hanno tutte il medesimo significato, ovvero sia "cane d'acqua", ovvero sia "lontra". L'ultimo termine pare non abbia quel significato di "lontra mostruosa" che alcune persone hanno voluto vedervi.
Volendo essere proprio precisini precisini ci sono sfumature sottili nell'etimologia delle tre parole che però, a detta dei miei informatori, non cambiano affatto il significato del termine: dobharchù significa molto semplicemente "lontra".
Avatar utente
da El Diablo
#5456
La credenza in fate, folletti, fantasmi, gnomi ecc... era comune a molte nazioni fino agli anni 50. Poi è sparita soppiantata dal cinema e dall'immaginario moderno.

Peccato, perchè mi stavano più simpatici di tanta "mitologia moderna".
Avatar utente
da Dittoroby
#5459
El Diablo ha scritto:
03/12/2017, 2:53
La credenza in fate, folletti, fantasmi, gnomi ecc... era comune a molte nazioni fino agli anni 50. Poi è sparita soppiantata dal cinema e dall'immaginario moderno.

Peccato, perchè mi stavano più simpatici di tanta "mitologia moderna".
Vero, ma è comunque molto affascinante e importante studiare, scoprire e conoscere questa mitologia e questo folklore. Perchè rimane comunque sempre attuale e centrale, nella prospettiva folkloristica. E anche qua ci sono ovviamente diversi congiungimenti con la criptozoologia, come sempre.
In questo caso, trattandosi appunto di folklore, è probabile che la creatura acquatica veramente avvistata sia stata poi inserita negli avvenimenti che hai citato, con aggiunte quelle caratteristiche mostruose che appartenevano al criptide folkloristico dei racconti.
da valerio
#5460
Interessante notare come la lontra sia già protagonista di altri casi al confine tra criptozoologia e folklore : i " serpenti baffuti" del Pollino di cui si è già discusso in passato qui sul sito e lo iemisch delle tradizioni degli indigeni della Patagonia cilena .
Avatar utente
da Mauro
#5461
Basta solo pensare a cosa combinano le volpi nel folklore dell'Estremo Oriente e nessuno ha mai implicato che esistano realmente volpi in grado di cambiare forma o usare poteri magici. : Chessygrin :

Il fatto che del dobharchù esista una storia (con tanto di rappresentazione) relativamente recente non vuol dire nulla: per esempio il noto monaco buddhista Sin Don venne accusato ancora in vita dai suoi nemici di non essere altro che una vecchia volpe trasformatasi in uomo per controllare colla magia Gongmin, celebre sovrano coreano.
Onestamente ritengo che ci siano più possibilità che esistano volpi che usano la magia che una gigantesca lontra iperaggressiva sia vissuta fino al XVIII secolo in Irlanda senza che nessuno se ne accorgesse prima. : Wink :
Avatar utente
da El Diablo
#5462
O in africa c'è gente che viene uccisa perchè accusata di essere un vampiro :D

Comunque per "mitologia moderna" intendevo cinema e affini :D

Quando c'era meno globalizzazione fioccavano un mare di credenze locali interessanti, ora in tutto il mondo c'è un mondo immaginario molto comune che peraltro di solito mi piace poco.

In genere l'immaginario antico risponde meglio ai miei gusti.

E anche in quello cerco sempre il pluralismo e "il più antico" (perchè il processo di globalizzazione delle credenze c'è sempre stato)

Ma non è per forza una regola "più antico più è meglio :D", semplicemente amo andare alla radice di ogni cosa e sono molto curioso quando si parla di folkrore ecc...

Non sempre perchè non tutte le culture mi piacciono :D
Avatar utente
da Dittoroby
#5463
El Diablo ha scritto:
10/12/2017, 14:40
O in africa c'è gente che viene uccisa perchè accusata di essere un vampiro :D

Comunque per "mitologia moderna" intendevo cinema e affini :D

Quando c'era meno globalizzazione fioccavano un mare di credenze locali interessanti, ora in tutto il mondo c'è un mondo immaginario molto comune che peraltro di solito mi piace poco.

In genere l'immaginario antico risponde meglio ai miei gusti.

E anche in quello cerco sempre il pluralismo e "il più antico" (perchè il processo di globalizzazione delle credenze c'è sempre stato)

Ma non è per forza una regola "più antico più è meglio :D", semplicemente amo andare alla radice di ogni cosa e sono molto curioso quando si parla di folkrore ecc...

Non sempre perchè non tutte le culture mi piacciono :D
Condivido, è molto bello ricercare e classificare le culture folkloristiche di vari paesi, differenziandole e trovando anche, perchè no, i punti comuni. Difatti ricerco e studio anche quello. Oggi è vero che la società mediatica contemporanea ha emarginato questa cultura purtroppo, con una tendenza sempre più globalizzata e dando sempre meno spessore a certe cose che invece ne meriterebbero molto di più.